Cosenza
 

Spezzano Albanese (Cs), Voci di Pace festeggia nel Centro Diurno la Pasquetta. Donato un uovo gigante di cioccolato ai ragazzini frequentanti la struttura

Seppur con un po' di ritardo rispetto ai tempi del calendario, il gruppo di Voci di Pace ha voluto festeggiare una "pasquetta" originale con i bimbi del Centro Diurno di Spezzano Albanese. Nel pomeriggio di oggi, infatti, l'ensamble vocale diretto da Emanuele Armentano si è recato presso la struttura dove diversi ragazzini, alcuni provenienti da situazioni di disagi familiari, stranieri, ecc., ogni pomeriggio si ritrovano per fare i compiti della scuola, giocare, dedicarsi alle attività laboratoriali di arte e découpage. Una vera e propria "scuola pomeridiana" in cui i referenti Anna De Luca, Emilia Garofalo, Saverio Gerardi e Romana Maratea, operano coadiuvati da due ragazze del Servizio Civile (Concetta Sposato e Angela Valente) assieme alle volontarie Rossella De Paola, Iolanda Fragomena e Anna Pesce. Il tutto in un clima di serenità e di accoglienza che tanto bene fa ai circa 25 ragazzini che frequentano la struttura. E così, in mezzo alla festa dei bimbi, la presidente dell'Associazione, Ivana Domanico, con Frances Gillian Doble, Maria Diana, Emiliana Oriolo, Sara Mauro, Dezdemona Galizia Luka, Maria Antoietta Sposato, le sorelle Antonella e Mariateresa Vitale, Demetrio Corino, Scipione De Lorenzo e Ferdinando Lo Prete, ha donato un uovo di pasqua gigante che i bimbi hanno accolto con estrema felicità. Il gruppo ha poi eseguito qualche canto a cappella e salutato tutti con grande gioia.

«La nostra mission -ha commentato la presidente Domanico- continua anche attraverso piccoli gesti che, speriamo, possano regalare a qualcuno un piccolo sorriso. Sappiamo che le realtà bisognose sono tante, a partire dal nostro territorio. L'esperienza fatta nello scorso periodo natalizio nelle case degli ammalati e degli anziani soli ci ha fatto toccare con mano il grande bisogno di aiuto di cui necessitano tante persone. In quest'ottica -conclude- a distanza di qualche mese abbiamo voluto portare il nostro messaggio in questo luogo di gioia e di amore».