Cosenza
 

Cosenza, il 25 marzo il Comune patrocina serata di beneficenza dell’Associazione “Bracciaperte” al Teatro Rendano

L'Associazione "Bracciaperte", con il patrocinio del Comune di Cosenza, ha promosso per domenica 25 marzo, alle ore 20,30, al Teatro "Rendano", una serata di beneficenza finalizzata al sostegno del progetto "Il Ristorante solidale".

La serata vedrà l'esibizione del gruppo musicale dei "Cantolautore", nel concerto-spettacolo "Un viaggio intorno alle emozioni", e la partecipazione dei "Kantiere Kairos". Tra gli altri ospiti, la scuola di danza "Azzurra Ballet School" e Robero Giacomantonio, protagonista di molti lavori teatrali di Sergio Crocco.

"Il Ristorante solidale" è un progetto dell'Associazione "Bracciaperte" (il cui Presidente è Mario Covelli) a sostegno di chi si trova in situazioni temporanee di difficoltà economiche o di disagio sociale. L'idea è stata quella di realizzare un ristorante, proprio per persone in difficoltà, dove il pasto ha il costo di soli due euro (un euro per i ragazzi minori di 16 anni).I pasti vengono serviti in un ambiente curato, dove ci si sente a casa e dove ci si può recare con la propria famiglia. Come in tutti i ristoranti, anche al ristorante solidale c'è la possibilità di scegliere. Due i menu disponibili. Per poter accedere al Ristorante Solidale basta rivolgersi all'Associazione "Bracciaperte" e chiedere di avere un colloquio al Centro di ascolto. Il centro di ascolto rilascerà una tessera valida 60 giorni e rinnovabile.

"Con il Ristorante Solidale – spiega il Presidente dell'Associazione "Bracciaperte" Mario Covelli – abbiamo voluto unire, con un filo tangibile, l'idea cristiana dell'amore per il prossimo con la possibilità di offrire nutrimento al corpo e all'anima, senza dimenticare l'esigenza laica di contribuire attivamente a rafforzare quella rete sociale che oggi risulta fortemente intaccata".

Soddisfazione per le finalità dell'iniziativa è stata espressa dal Presidente della commissione consiliare Grandi Eventi e qualità della vita, Gaetano Cairo.

"Un plauso incondizionato all'Associazione "Bracciaperte" - sottolinea Cairo – per aver ideato un progetto di solidarietà che si distingue per il suo impegno verso il prossimo e nei confronti di quanti appartengono all'area del disagio. Venire in aiuto di queste persone, spesso confinate nell'invisibilità, fa assumere all'iniziativa del Ristorante solidale un valore particolare perché sensibilizza la comunità nei confronti di un'emergenza non sempre affrontata con la dovuta attenzione".