Cosenza
 

Rossano (Cs), fuggono all’ alt dei carabinieri: arrestati dopo inseguimento

Nel primo pomeriggio di ieri, gli agenti di una pattuglia hanno notato un'auto con targa di un paese dell'est europeo con a bordo quattro persone, che si aggiravano con fare sospetto tra le case della zona. Hanno quindi deciso di fermarli per un controllo, ma una volta intimato l'alt, il conducente ha accelerato cercando di fuggire, speronando anche l'auto della polizia e percorrendo una strada in senso vietato. Dopo un inseguimento durato alcuni minuti l'auto è stata bloccata e gli occupanti si sono scagliati contro gli agenti. Dopo averli bloccati, gli agenti, dopo avere fatto intervenire le volanti, hanno perquisito l'auto trovando una borsa contenente numerosi arnesi utilizzati per lo scasso. Analoghi attrezzi sono stati trovati a casa di uno dei quattro oltre a numerosi monili in oro per un peso complessivo di oltre duecento grammi, un televisore, una play station, vari capi di abbigliamento, alcuni telefoni cellulari nuovi con relative scatole ed alcuni telefoni usati, occhiali da sole, scarpe, profumi, orologi, tutto di rinomate marche. Inoltre, in un cassetto della cucina, sono stati trovati due involucri contenenti marijuana, un bilancino di precisione ed un trita marijuana.

I quattro uomini originari di Paesi dell'Est Europa sono stati arrestati da personale del Commissariato della Polizia di Stato di Rossano per resistenza a pubblico ufficiale, detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente, ricettazione, porto ingiustificato di arma impropria e possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso. Si tratta di Goran Jovanovic , di 30 anni, serbo, Toni Radosavljevic (18), sloveno, Denis Radosavljevic (19), nato a Secondigliano (Napoli) Dusepe Dordevic (20), nato ad Aversa (Napoli).