Cosenza
 

Tratta ferroviaria Paola-Cosenza ancora chiusa, Di Natale: "A giorni una mobilitazione"

«L'interruzione del collegamento ferroviario Paola- Cosenza sta causando enormi difficoltà a cittadini, lavoratori e studenti. A breve promuoverò una mobilitazione generale». Lo ha dichiarato nella giornata di ieri il consigliere provinciale Graziano Di Natale che, subito dopo l'incidente del 6 dicembre scorso, per primo si attivò per chiedere il ripristino immediato della tratta ferroviaria.

Il deragliamento, che fortunatamente non ha comportato vittime tra i passeggeri, si era verificato nella galleria Santomarco e aveva comunque provocato decine di feriti e contusi. Subito dopo l'accaduto alcune persone a bordo del convoglio erano state colte anche da malore a seguito del forte spavento.

«La magistratura - continua Di Natale - deve continuare a fare luce su quanto accaduto ma allo stesso tempo le istituzioni non possono continuare a subire il comportamento dell'Azienda Ferroviaria che, negli anni, non ha investito nel nostro nodo ferroviario né in termini strutturali né in termini di risorse umane». Binari danneggiati e scarsa manutenzione, infatti, potrebbero essere la causa della tragedia sfiorata.

A ciò si aggiungono i disagi arrecati a studenti e lavoratori pendolari che ormai da due mesi e mezzo per raggiungere la scuola o il posto di lavoro sono costretti a lunghe attese e frequenti cambi di mezzi pubblici, con un conseguente aumento dello stress e del prezzo della corsa. Una situazione diventata insostenibile.

« Per tali ragioni - conclude il consigliere provinciale - nei prossimi giorni promuoverò una mobilitazione generale per protestare contro chi crede che questa sia la terra di nessuno».