Celluloide
 

Denise Sapia consacrata dal film "Arbëria"

È una carriera cinematografica con una parabola ascendente quella dell'attrice rossanese Denise Sapia che grazie alla sua abnegazione, al lavoro e alla tenacia continua ad impressionare il mondo del cinema. Anche in "Arbëria", il suo prossimo impegno per il quale la produzione Open Fields Productions e la regista Francesca Olivieri, hanno voluto fortemente un ruolo di primo piano per la giovanissima interprete, reduce dal successo di "Un difficile Perdono": web-thriller in cui è stata protagonista.

Tante le parole di elogio per la piccola Denise che la produzione di Arbëria - nuovo film incentrato sulla cultura e le tradizioni dei popoli italo-albanesi e realizzato con la preziosa e qualificata partnership di Lucana Film Commission, Calabria Film Commission, Mibact e Siae - ha evidenziato tra le righe del comunicato stampa di presentazione del casting.

Stupefacente la resa attoriale della giovanissima Denise Sapia – si legge nella nota della Open Fields Productions - con un ruolo incastonato nell'inconscio della protagonista, una sorta di alter ego che ciclicamente ritorna nella storia e con la quale Aida (figura protagonista della pellicola) si raffronta, come in uno specchio. Un ruolo insolito e complesso – precisa la nota - che ha visto la giovane Denise confrontarsi con sfide inedite anche per un'interprete ormai d'esperienza come lei. Sfide, queste, tutte ampiamente superate come conferma la regista Olivieri, la quale è entusiasta di quanto la nuda realtà della storia portante del film, egregiamente interpretata dagli attori su citati, si sposi alla perfezione con il misticismo delle sequenze "dream" – chiosa - affidate alla talentuosa giovane attrice.