Catanzaro
 

Catanzaro, Concolino: "Circa 600 le famiglie con anziani over 75 che hanno usufruito della consegna della spesa a domicilio dall’inizio dell’emergenza coronavirus"

Sono state circa 600 le famiglie con anziani over 75 che hanno usufruito della consegna della spesa a domicilio dall'inizio dell'emergenza coronavirus, grazie alla sinergia tra l'amministrazione comunale e il Csv di Catanzaro. Lo rende noto l'assessore alle politiche sociali, Lea Concolino, nell'annunciare che il servizio terminerà domani martedì 2 giugno e ringraziando tutti i volontari che hanno offerto la propria collaborazione. "L'iniziativa attivata di concerto con il Csv presieduto da Luigi Cuomo - evidenzia l'assessore - ha consentito di raggiungere tanti anziani in difficoltà attraverso la creazione di un'ampia rete solidale a cui hanno aderito diverse associazioni. Terminata la parentesi più intensa dell'emergenza, nelle ultime settimane le richieste si sono fermate e abbiamo ritenuto opportuno sospendere un servizio che ha avuto un positivo riscontro. Voglio esprimere il mio più sentito plauso a chi ha reso possibile questo importante risultato, ovvero Ave-Ama presieduta da Anna Cristallo, Un raggio di sole guidata da Pietro Romeo, l'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti la cui presidente è Luciana Loprete, Uniti e solidali presieduta da Filippo Riccelli, Emmaus con in testa Mariaconcetta Infuso, Al Shaddai e Young People, rispettivamente rappresentate da Antonio Ciambrone e Serafino Amelio. In molti casi alla consegna della spesa si è affiancata anche quella dei farmaci, soprattutto dei "salvavita" che richiedevano una certa urgenza. E l'impegno dei volontari ha consentito anche di assicurare alle persone più fragili, che soffrono il peso della solitudine, dei piccoli gesti di conforto e di incoraggiamento. E' stato sperimentato un modello operativo virtuoso che l'amministrazione potrà replicare anche in futuro, qualora dovessero registrarsi nuovi bisogni".


L'assessore Concolino ha, poi, rimarcato che altri servizi di assistenza alla cittadinanza proseguiranno anche nelle prossime settimane. "Vista le tante richieste pervenute – continua – abbiamo voluto dare continuità nella fase 2 allo sportello di sostegno psicologico telefonico, "In ascolto", destinato in particolare alle persone in quarantena o in isolamento domiciliare e al personale sanitario impegnato sul fronte covid-19. Il servizio è attivo ogni martedì, giovedì e sabato, dalle ore 10 alle 12, e dalle ore 15 alle 17, previa prenotazione telefonica con le psicologhe Rosida Marasco (3667446300) e Alessandra Sansalone (3882510917). Prosegue, inoltre, il progetto "Pedagogia dell'emergenza Covid-19" proposto dall'Apei Calabria, Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani, e che offre un sostegno pedagogico-educativo gratuito alle famiglie in difficoltà, con particolare attenzione per i più piccoli. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero verde 800167708. La collaborazione tra pubblico e privato continua ad essere uno strumento essenziale di sostegno sociale a chi è stato messo a dura prova dall'emergenza".