Catanzaro
 

Catanzaro, II Memorial Cinzia Mazza: conclusa la due giorni di formazione organizzata dalla Protezione Civile

Tanti interventi di spessore e un approfondimento specifico sui protocolli da seguire in caso di calamità naturali che comportano un elevato rischio idraulico: si sono concluse le due giornate di formazione organizzate dal Comune per i volontari di Protezione civile.
Il corso, coordinato dal responsabile del Gruppo comunale di volontari di Protezione civile, Pierpaolo Pizzoni, è stato inserito all'interno del II memorial Cinzia Mazza, la caposquadra del Gruppo comunale prematuramente scomparsa, e ha visto la partecipazione di numerose associazioni di Protezione civile del territorio regionale formati dagli esperti dell'associazione Erat.
Il ruolo del volontariato, i compiti nell'emergenza e l'importanza della prevenzione sono stati fra i temi trattati nei seminari teorici, mentre le esercitazioni pratiche, effettuate all'esterno del plesso scolastico Porto, nel quartiere Lido, si sono concentrate sull'utilizzo delle motopompe da svuotamento. Nel corso della due giorni, alla famiglia Mazza è stato donato un gonfalone dipinto a mano del Gruppo comunale di Protezione civile (che verrà esposto in sede e impiegati nelle occasioni ufficiali).
Fra le autorità presenti sabato e domenica, l'assessore ai Lavori pubblici, Franco Longo e il capo di Gabinetto del Comune, Antonio Viapiana, che hanno sottolineato quanto sia fondamentale il Piano comunale di Protezione civile, il vice questore di Catanzaro, Giacomo Cimarrusti, il responsabile del volontariato di Protezione civile regionale, Domenico Costarella, il dirigente regionale dei Vigili del Fuoco, Achille Borelli, il sottocapo scelto di I classe della Capitaneria di Porto, Tommaso Masciari.

I formatori dell'associazione Erat sono stati Salvatore Romeo, Gianfranco Curcio, Maria Francesca Casadonte, Domenico Viscomi e Maria Chiara Farinella. Fra i formatori anche l'ispettore dei Vigili del Fuoco Massimo Conforti.
I Gruppi comunali di volontariato che hanno partecipato quelli di Mongiana, Conflenti, Isca e Sant'Andrea sullo Jonio, Catanzaro, e il comitato di Catanzaro della Croce rossa. E ancora le associazioni Cisom di Reggio Calabria e Rosarno, Era di Cosenza e Fircb di Lamezia Terme.