Catanzaro
 

Lamezia verso il ballottaggio, Mascaro e Pegna esultano. Tonfo M5S, il Pd insegue

mascaro elezioniAd oltre dodici ore dalla chiusura dei seggi, non e' stato ancora ultimato lo spoglio delle schede per l'elezione del sindaco e del Consiglio comunale di Lamezia Terme. I dati, tuttavia, con 66 sezioni scrutinate su 78, danno comunque per certo il ballottaggio tra l'ex sindaco Paolo Mascaro che, sostenuto dalle liste civiche "Assieme" e "Orgoglio Lamezia", ottiene il 38,01%, ed il candidato del centrodestra, il promoter Ruggero Pegna, appoggiato da Fdi, Fi e Udc ma non dalla Lega, che si attesta al 23,52%. Non riesce a spuntarla, invece, il candidato del Pd, Eugenio Guarascio (18,26%), sostenuto, oltre che dal partito di Zingaretti anche dalla lista civica "Guarascio sindaco", che si posiziona al terzo posto seguito dal candidato della sinistra Rosario Piccioni sceso in campo con due liste civiche ("Lamezia bene comune" e "Lamezia insieme") ottenendo l'11,05%. Al momento dovrebbero restare fuori dal consiglio Massimo Cristiano (4,58%), sostenuto dalle liste civiche "Nuova Lamezia" e "La Svolta", ed il candidato del Movimento Cinque stelle Silvio Zizza, che non va oltre il 4,57%.

Mascaro, commentando i risultati, ha parlato di "trionfo della nostra coalizione civica che addirittura arriva a sfiorare quasi il 40% riuscendo ad ottenere quasi lo stesso numero di consensi, in termini di percentuali, di quanti se ne erano ottenuti nel 2015. Allora vi erano a mio sostegno nove liste: cinque di partito, due civiche mie e due di movimenti del territorio. Probabilmente e' la sconfitta di chi ha improntato la campagna elettorale solo sulla critica senza affrontare i problemi della citta', senza entrare ed approfondire le prospettive di sviluppo, senza delineare neanche le linee programmatiche. E' stata la sconfitta di chi ha impostato la campagna elettorale totalmente sull'attacco alla persona. Quella persona, invece, esce rafforzata notevolmente dal voto e dal consenso popolare e con lui esce rafforzata l'idea di un coalizione un po' diversa rispetto a quella che e' la politica tradizionale".
Di "successo inimmaginabile, come era la mia stessa candidatura solo un mese fa", ha parlato Ruggero Pegna, secondo il quale "entrare al ballottaggio superando altri quattro candidati, tra cui forti esponenti di altri partiti anche di governo, significa che in poco tempo molti cittadini hanno apprezzato la mia figura per certi versi trasversale ed il mio progetto, vere novita' di questa consultazione. Ora si riparte per vincere, certo che la maggior parte della citta' voglia cambiare davvero, allontanando l'immagine di Lamezia da chi ha disamministrato con unico risultato uno scioglimento comunale. Lamezia deve ripartire, ammodernarsi, recuperare anni di cattiva amministrazione. Ringrazio chi mi ha votato e chi lo fara' per il vero bene della citta'".