Catanzaro
 

Catanzaro, Longo e Consolante replicano a Riccio: “Passerelle sulle spiagge sono gesto di attenzione dell’amministrazione comunale”

"Le passerelle installate dall'amministrazione comunale in corrispondenza degli accessi alle spiagge nel quartiere Lido sono un gesto di attenzione nei confronti della città e dei tanti cittadini che le hanno richieste".
Lo hanno affermato l'assessore ai Lavori pubblici, Franco Longo, e il consigliere comunale di Catanzaro con Abramo, Enrico Consolante. "La polemica alimentata dal consigliere ci stupisce soprattutto per i modi in cui è nata, visto che proprio il consigliere Riccio, quando faceva parte della maggioranza a sostegno di Abramo nella scorsa legislatura, era sempre stato in prima fila per l'installazione di questo genere di strutture. Che ora ne prenda spunto solo per attaccare questa amministrazione e il settore Lavori pubblici, è un aspetto del tutto gratuito. Soprattutto perché non può cercare di gettare fumo negli occhi dei cittadini sostenendo che quelle passerelle siano fuori legge. Il montaggio – hanno ribadito l'assessore e il consigliere di maggioranza – risponde alle richieste dei cittadini, che più e più volte ci hanno sollecitato e sensibilizzato sul tema. Non vediamo, pertanto, dove sia il problema, anche perché è stato già puntualizzato che quelle passerelle costituiscono un'agevolazione per l'accesso al mare alle persone anziane e alle persone diversamente abili con patologie non completamente invalidanti".

L'assessore Longo ha poi voluto precisare che "l'installazione della segnaletica orizzontale e verticale in merito ai parcheggi per disabili è una pratica voluta, seguita e fatta finanziare dalla Ragioneria del Comune, per un importo di 15mila euro circa, sotto diretto input del sottoscritto: i lavori partiranno a breve ed è inutile che il consigliere Riccio provi a impartire lezioni di alcun genere".
Una puntualizzazione è stata fatta anche dal consigliere Consolante: "Le offese ricevute dal collega Riccio, in maniera del tutto gratuita, si commentano da sole. Ciò che tuttavia non posso accettare è l'evidente incapacità di Riccio, consigliere da ben 13 anni, di riconoscere agibilità politica non a me, ma all'intera commissione Politiche del mare, che presiedo e di cui lui stesso fa parte, e che sulla questione delle passerelle si è riunita in varie occasioni per cercare di superare, d'intesa con l'assessorato ai Lavori pubblici, le problematiche".