Catanzaro
 

Il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri in visita a Catanzaro e Lamezia Terme

Il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri ha visitato oggi il Comando Legione Carabinieri "Calabria" e il Comando provinciale di Catanzaro, nonche' il Comando Gruppo di Lamezia Terme. A Catanzaro Nistri, ricevuto dal comandante della Legione Vincenzo Paticchio, ha incontrato, presenti anche i comandanti provinciali della Calabria, il personale dello Stato maggiore, una rappresentanza dei militari in servizio negli oltre 400 reparti territoriali dipendenti della Legione, i delegati degli organismi di rappresentanza ed una delegazione dell'Associazione nazionale carabinieri (Anc) in congedo e dell'Associazione nazionale FORestali (Anfor).

Alla visita hanno preso parte anche i comandanti e una delegazione dei reparti carabinieri Forestale che operano nel capoluogo calabrese, le cui articolazioni integrano il dispositivo territoriale dell'Arma con le specifiche competenze istituzionali in materia di tutela forestale e ambientale. Il Comandante generale dell'Arma, e' scritto in una nota, "ha espresso il proprio compiacimento per la meritoria attivita' quotidiana svolta dai circa 5 mila uomini e donne dell'Arma operanti sul territorio della regione Calabria e per i considerevoli risultati operativi conseguiti attraverso il controllo del territorio". Nistri ha poi posto l'accento sui valori propri dei carabinieri che, "tutti i giorni, sul territorio, contribuiscono con impegno e dedizione a rendere sempre piu' efficace l'azione svolta dall'Istituzione per garantire la sicurezza ai cittadini, impegnandosi nella quotidiana azione di contrasto ad ogni forma di criminalita' e garantendo il dialogo e la vicinanza alle comunita'". Particolare apprezzamento e' stato espresso dal generale Nistri anche nella sede del Comando Gruppo di Lamezia "la cui istituzione, risalente ormai a piu' di un anno fa - e' detto ancora nella nota - ha contribuito a rendere ancora piu' forte ed efficace la presenza dell'Arma in quel territorio".