Catanzaro
 

Catanzaro: il 17 e il 18 novembre il primo memorial Cinzia Mazza, caposquadra del gruppo di protezione civile comunale

Due giorni per ricordare Cinzia Mazza. Sabato e domenica, nell'ex area Teti, nel quartiere Lido, si terrà il primo memorial dedicato alla caposquadra del gruppo comunale di Protezione civile. "A un anno dalla scomparsa vogliamo ricordare nel migliore dei modi una delle nostre sorelle", ha affermato il coordinato del gruppo di volontari, Pierpaolo Pizzoni.

Non solo celebrazioni, dunque, ma anche esercitazioni pratiche sul campo e momenti di approfondimento sulle tematiche relative alla protezione civile. L'ex area Teti diventerà un vero e propri campo base con l'allestimento di cucine mobili, tende, bagni e tutte quelle attrezzature che riguardano la logistica di emergenza.

Si parte sabato 17 novembre, in mattinata, con le esercitazioni specifiche sull'utilizzo dei mezzi di protezione civile. Ma il clou sarà il pomeriggio, dalle ore 16, con la messa in suffragio di Cinzia Mazza, officiata da don Giovanni Scarpino, e la successiva benedizione della colonna mobile comunale. A seguire, intorno alle 17, il seminario (che in caso di pioggia si terrà nel vicino plesso scolastico Porto) con gli interventi del sindaco, Sergio Abramo, del dirigente regionale della Protezione civile calabrese, Carlo Tansi, del presidente del Centro ai servizi per il volontariato (Csv), Luigi Cuomo, del direttore del Csv, Stefano Morena, e di altre autorità istituzionali e militari. Nell'occasione verranno consegnate le nuove ricetrasmittenti veicolari che il Rotaract di Catanzaro ha voluto donare al gruppo comunale di Protezione civile.

"Questa vera e propria festa della Protezione civile sarà il modo migliore per ricordare una volontaria, Cinzia Mazza, che ci ha purtroppo lasciato troppo presto", ha sottolineato il sindaco Abramo.

Il memorial continuerà domenica 18, dalle ore 8:30 con le attività dei gruppi scout e le esercitazioni con le motopompe idrovore.

Alle esercitazioni del campo base parteciperanno le associazioni Cisom, Misericordia di Catanzaro,

Fir Cb di Lamezia Terme, Ari sez. Catanzaro, i gruppi comunali di Isca sullo Ionio, Conflenti, S. Andrea dello Ionio, Marcellinara e Martirano lombardo.

Il memorial ha il patrocinio della Protezione civile regionale, del Csv e del Comune di Catanzaro.