Il santuario Conflenti elevato a Basilica minore

Migliaia di pellegrini da tutta la diocesi lametina e dalla Calabria, sono attesi a Conflenti per la solenne elevazione a basilica minore pontificia del santuario mariano di Conflenti, presieduta dal cardinale Robert Sarah, prefetto della congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti. La Chiesa che, secondo le cronache del tempo, fu fatta costruire nella localita' di Visora, luogo indicato dalla Vergine Maria che apparve a Conflenti al pastorello Lorenzo Folino nel giugno 1578, potra' fregiarsi di un titolo che esprime un particolare vincolo di comunione con la Chiesa di Roma e il Papa. Per il vescovo di Lamezia Terme Luigi Cantafora "l'elevazione a Basilica minore del nostro santuario diocesano e' un ulteriore segno di attenzione ed affetto paterno di Papa Francesco per la nostra diocesi. Piu' che un titolo di onore, e' un impegno, come deve esserlo per tutte le chiese insignite di questo titolo. Un impegno che va assolto con una vita liturgica e di carita' piu' intense ed esemplar. Il titolo di 'basilica minore' viene visto come un modo per sentirsi particolarmente chiamati a farsi portatori del messaggio del Papa. La Vergine Maria faccia crescere tutti noi in quell'amore genuino e nell'appartenenza a Cristo".