Catanzaro
 

Catanzaro, Levato e Praticò: "Su dossi massima attenzione Commissione Lavori Pubblici"

"La commissione lavori pubblici sta continuando a tenere alta l'attenzione sulla rimozione dei dossi stradali in alcune vie della città".

Lo hanno affermato il presidente dell'organismo consiliare, Luigi Levato, e il componente Ezio Praticò, sottolineando come la questione sia stata trattata nel corso di una riunione alla quale ha partecipato il vicecomandante della Polizia locale, colonnello Amedeo Cardamone. Presenti i consiglieri Amendola, Angotti, Sergio Costanzo, Guerriero, Merante, Riccio e Talarico.

"In quella sede – hanno aggiunto i due consiglieri -, insieme agli altri colleghi, è stato richiesto al Comando di programmare, nelle strade in cui sono stati rimossi i dossi, sistemi alternativi che possano garantire la sicurezza come, per esempio, potrebbe essere la segnalazione luminosa agli automobilisti della necessità di rallentare in prossimità degli insediamenti abitati".

Le strade interessate dall'ordinanza di rimozione dei dossi emanata dai vigili urbani sono via Ranieri, nel quartiere Santa Maria, via Izzi De Falenta, fra Aranceto e Lido, e via Curtatone, in località Barone.

Levato e Praticò hanno proseguito: "La scelta di rimuovere alcuni dossi lasciandone installati altri, che a nostro avviso dovrebbe essere rivista, rimarrà comunque sotto la nostra lente di ingrandimento, anche perché sono già accaduti alcuni incresciosi episodi, nelle vie Ranieri e Curtatone, che hanno riproposto con forza l'assoluta esigenza di prevedere nuove soluzioni per tutelare la sicurezza di pedoni e automobilisti".

Il presidente della commissione consiliare ai lavori pubblici ha annunciato la convocazione di una prossima riunione dell'organismo alla presenza del comandante della Polizia locale, generale Giuseppe Antonio Salerno, per "conoscere se sono stati valutati tutti i possibili effetti della rimozione dei dossi".

"Nell'ordinanza del comando in cui si dispone la rimozione dei dossi – hanno concluso Levato e Praticò -, si fa esplicito riferimento ad alcune prescrizioni del ministero dei lavori pubblici, per il quale i dossi "collocati su itinerari di attraversamento dei centri abitati, lungo le strade più frequentemente percorse dei veicoli di soccorso, di polizia o di emergenza, o lungo le linee di trasporto pubblico, devono essere rimossi". È il caso di ribadire che, in particolare via Ranieri e via Curtatone, hanno caratteristiche completamente differenti rispetto a quanto indicato dal ministero avvicinandosi molto, al contrario, a quelle strade residenziale che, secondo il codice della strada, possono avere posizionati sulla carreggiata gli stessi dossi che c'erano fino a poco tempo fa".