Catanzaro
 

Aeroporti, De Felice: "Per Lamezia abbiamo molte richieste da altre compagnie"

Lamezia aeroporto2"Lamezia ha un incremento esponenziale di richieste di scalo da parte di varie compagnie, soprattutto nel periodo turistico, con incentivi e aumenti di numero di rotazione di aerei e di passeggeri". Cosi' il presidente di Sacal, Arturo De Felice, oggi a Catanzaro in occasione della presentazione del sistema aeroportuale calabrese, insieme al governatore Mario Oliverio e ai sindaci di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata', e Crotone, Ugo Pugliese. "Per Reggio Calabria, che ha vissuto momenti drammatici, dopo un anno di incontri con i commissari e con la parte commerciale di Alitalia - ha aggiunto De Felice - la compagnia di bandiera ha deciso di ripristinare ben tre voli quotidiani con la capitale e un volo con Milano che e' stato anticipato alla tarda mattinata.

Ma non finisce qui: concluderemo nei prossimi giorni altre destinazioni con un'altra compagnia. C'e' poi una novita' che riguarda una partecipazione al co-marketing, della citta' metropolitana con la Sacal e ovviamente con la citta' di Crotone e con tutti i comuni del crotonese. Su Reggio - ha chiarito - sono previsti sicuramente gia' dall'inverno altri voli. Ho chiesto in un incontro, che faremo prossimamente con il presidente della Regione con i vertici della Ryanair, perche' la compagnia investa su tutta la Calabria, perche' la societa' e' regionale, e quindi stiamo facendo di tutto per adeguare tecnicamente anche lo scalo di Reggio. E' nostra intenzione su Reggio Calabria recuperare anche l'utenza messinese". Per l'aeroporto di Crotone oggi c'e' con Ryanair la continuita' su Bergamo per quattro giorni a settimana. "Parallelamente a questo stiamo in tutti i modi cercando di ottenere altre destinazioni da due compagnie minori che comunque garantiscano altri due scali. Sullo sfondo, se malauguratamente cio' non dovesse avvenire, abbiamo pero' gia' la certezza che dal primo aprile Ryanair investira' su Crotone nuovamente in forze, e mettera' il quotidiano su Bergamo, un altro scalo che - ha concluso - non sara' piu' Pisa ma verosimilmente Bologna".