Catanzaro
 

Blitz a Scordovillo, Cgil: "Bene legalità e sicurezza, no odio razziale"

"Sì alla legalità e all'affermazione dello stato di diritto; no alle strumentalizzazioni politiche, alla discriminazione, all'intolleranza e alla sopraffazione nei confronti dei più deboli".
Cgil Calabria e Cgil Catanzaro stigmatizzano con convinzione ogni nube che si addensi attorno al tema – attualissimo – dell'inclusione sociale.

"Il blitz al campo rom di Scordovillo coordinato dalla Procura di Lamezia Terme, condotto dai carabinieri con la collaborazione del Noe rappresenta un'azione concreta, encomiabile, che aiuta ad affermare la legalità e lo stato di diritto in un territorio provato, con un Comune sciolto per ben tre volte per infiltrazioni mafiose. Esprimiamo quindi il nostro più sincero apprezzamento per l'attività e il lavoro svolto da magistratura e forze dell'ordine. Tuttavia, non intendiamo rinunciare, anche in un clima oggettivamente difficile, a esprimere la nostra preoccupazione per le evidenti strumentalizzazioni che si tenta di fare in merito a questa attività giudiziaria che non ha niente a che vedere (così come è stato efficacemente ribadito da Procura e Arma) con censimenti o discorsi di tipo etnico».
Una sottolineatura assai doverosa, e meritevole di essere ripresa e rilanciata visto che in questa fase storica «siamo in presenza, nel Paese, di una deleteria deriva che rischia di minare la coesione sociale e alimentare sempre più un clima di odio e di intolleranza, in cui i migranti, le minoranze e i più deboli vengono indicati come il nemico responsabile di tutte le criticità esistenti". Secondo la Cgil il discorso dovrebbe essere completamente invertito: "Riteniamo che bisognerebbe operare tutti insieme per affrontare e risolvere il profondo disagio economico-sociale esistente, che favorisce un clima di disperazione e insicurezza diffusa. Non è più accettabile, per responsabilità dei governi ai vari livelli, che le cospicue risorse esistenti non si utilizzino proficuamente e tempestivamente per favorire una reale crescita occupazionale, economica e produttiva realizzando così obiettivi di legalità, sicurezza, inclusione sociale. Per quanto ci riguarda, continueremo con la nostra azione e iniziativa quotidiana a favorire l'esigibilità di tali imprescindibili e fondamentali obiettivi degni di una società civile e democratica». Una azione che richiede immediate convergenze e condivisione di intenti per contrastare sul nascere segnali di estremismi e radicalizzazioni già ora assai preoccupanti".