Catanzaro
 

Cicas Logistica&Trasporti: "A Catanzaro servono scelte coraggiose"

L'Amministrazione comunale comunica in pompa magna, lo sconto del ticket di parcheggio sulle strisce blu.

Pur apprezzando lo sforzo, ancora una volta non comprendiamo se veramente si vuole la ripresa del centro storico e quella economica dei pochi coraggiosi esercenti rimasti. Catanzaro vive una situazione particolare di fronte alla quale occorrono scelte coraggiose e particolari.

Il ticket, in genere, non riesce simpatico all'automobilista che preferisce evitarlo quando deve raggiungere il centro storico, mentre la disponibilità ridotta di posti su strisce blu e la presenza preponderante delle auto dei cittadini residenti non determina un turnover auspicabile nei posti liberi.

In questo particolare momento si potrebbe pensare di rendere la sosta gratuita e rendere obbligatorio l'uso del disco orario, che, se non è regolarmente esposto sul veicolo, o è disatteso nei tempi comporta una sanzione di 41 euro (articolo 157 Codice della strada) adibendo naturalmente il personale Amc al controllo della disposizione e delle sue violazioni.

Richiamiamo l'attenzione inoltre sul fatto che in alcuni punti dove sono state disegnate le strisce blu non sussistono i requisiti previsti dal Cds vigente (proporzione posti liberi/ticket, larghezza della carreggiata).

È evidenza comune che per le vie cittadine circolano autobus di linea che spesso si bloccano proprio per le auto parcheggiate ai limiti delle strisce di sosta.

Attendiamo da anni la rimodulazione dei sensi di marcia nel centro di Catanzaro, un piano del traffico e di sosta (compresa quella per i disabili sulla quale la Cicas aveva presentato una proposta dettagliata, recepita e fatta propria dalla commissione trasporti della giunta Olivo ma dimenticata in qualche cassetto), delle aree riservate al carico e scarico merci, l'individuazione di una area di autostazione per gli autobus di linea eccetera.

Assistiamo viceversa a parcheggi selvaggi, con i vicoli diventati normali e improbabili parcheggi di auto che impediscono finanche il transito dei pedoni, con i marciapiedi perennemente ostruiti, esempio eclatante e tollerato il parcheggio abituale delle auto sul marciapiede antistante il teatro Politeama:

mai visto in nessuna città d'Italia.

Catanzaro ha bisogno di una progettazione seria e globale per la viabilità e mobilità che non può ridursi all'introduzione di uno sconto del ticket. Dobbiamo pensare a una città accogliente e decorosa partendo proprio da questi due fattori, integrando i vari sistemi di trasporto compreso quello ferroviario. Mobilità e viabilità efficiente devono essere una priorità di una buona amministrazione, perché sinonimi di qualità della vita.

La Cicas propone, e si rende disponibile a partecipare, a tavoli di confronto per esporre le proprie idee come ha sempre fatto, rappresentando la voce dei propri associati continuo termometro delle varie situazioni commerciali che si creano sul territorio". Lo afferma in una nota Mariano Carè, di Cicas Logistica & Trasporti.