Catanzaro
 

Abramo: “Nessuna autocandidatura alla presidenza della Regione, ma Catanzaro deve tornare al centro dell’agenda politica calabrese”

abramosergio 500"Il Capoluogo di Regione, mortificato da politiche miopi che hanno privilegiato di volta in volta singoli territori senza pensare ad una visione unitaria dello sviluppo,deve tornare al centro dell'agenda politica regionale. Non è una questione di persone, è una questione di progetto. E' questo il senso dell'intervento che ho svolto in Consiglio comunale e che qualcuno, strumentalmente e maliziosamente, ha letto come un'autocandidatura alla Presidenza della Regione.

Osservatori non neutrali, e che oggi si scoprono improvvisamente paladini dell'antipolitica, utilizzano un'ondata elettorale omogenea in tutto il Meridione per sferrare attacchi gratuiti e creare divisioni. Mentre Catanzaro avrebbe bisogno in questo momento di unità e di condivisione.

La questione è molto più profonda e delicata. Catanzaro negli ultimi anni è stata privata della sua rappresentatività: nessun assessore in giunta regionale, parlamentari calati dall'alto, nessuna presenza nei vari governi nazionali che si sono succeduti. Questo vuoto di rappresentatività ha costituito un danno non solo per il Capoluogo, ma per l'intera Calabria, perché se una regione non si identifica politicamente e culturalmente nella sua Capitale non può avere futuro. Catanzaro può e deve essere un elemento di equilibrio e di sintesi tra i territori. A me, come sindaco, interessa esclusivamente questo punto: il progetto di una nuova Calabria, che metta fine ad assurde contrapposizione campanilistiche, deve avere al centro il ruolo della città capoluogo. Quindi, più investimenti, più risorse, più servizi sanitari di qualità per potenziare il sistema-Catanzaro e farne un'autentica Città-Regione capace di diffondere modelli virtuosi a tutto il territorio regionale. Non importa chi sarà chiamato a guidare questo processo. Realisticamente io penso che il centrodestra calabrese abbia i numeri, le potenzialità e gli uomini per aprire questa fase nuova ed io mi batterò, a prescindere dai ruoli, perché si realizzi questo indispensabile riequilibrio e si rispetti il ruolo direzionale della città di Catanzaro". Lo afferma il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo.