Catanzaro
 

Tentati omicidi Morello e Saladino, condannati imputati

tribunale15aprIl gup di Catanzaro Giovanna Gioia ha condannato i due imputati accusati dei tentati omicidi di Giuseppe Morello e Pasquale Saladino, avvenuti tra il novembre e il dicembre del 2011 a Lamezia Terme.

Il giudice al termine del processo con rito abbreviato ha inflitto 16 anni a Angelo Francesco Paradiso, alias "Ciccuzzu", e 13 anni e 4 mesi a Pasquale Carnovale ritenuti entrambi nuove leve del clan Torcasio. Secondo la tesi degli investigatori i due 30enni sarebbero responsabili del tentato omicidio di Giuseppe Morello, avvenuto a Lamezia Terme, in via Foderaro, il 19 novembre 2011 quando la vittima, dopo essere stata affiancata da una moto con a bordo due persone venne raggiunta da tre dei nove colpi sparatigli contro. Secondo l'accusa, inoltre, Paradiso sarebbe il mandante e l'esecutore materiale di un altro tentato omicidio, compiuto sempre nel 2011, l'11 dicembre, ai danni di Pasquale Saladino, quando quest'ultimo, in via dei Bizantini, davanti al circolo Arcipesca "Jimmy", venne raggiunto da sei dei 9 colpi sparati con il chiaro intento di ucciderlo. Nell'azione di fuoco rimase ferito anche un altro giovane allora minorenne, colpito ad un piede da un proiettile.