Catanzaro
 

Il 14 novembre a Catanzaro l'Assemblea costitutiva regionale del nuovo settore di Legacoop, CulTurMedia

La cooperazione della cultura, del turismo e della comunicazione per lo sviluppo sostenibile della Calabria: e' questa la visione da cui prende le mosse l'Assemblea costitutiva in Calabria del nuovo settore di Legacoop,CulTurMedia che si terrà a Catanzaro il prossimo 14 novembre 2017.All'importante iniziativa pubblica della cooperazione in occasione della nascita di CulTurMedia Calabria, parteciperà l'on.le Dorina Bianchi, Sottosegretario al MiBACT.

Sarà il presidente di Legacoop Calabria,Angela Robbe, ad aprire i lavori dell'Assemblea nella quale interverranno importanti esponenti delle amministrazioni locali. In particolare: Gianluca Callipo - Presidente Anci Calabria, Enzo Bruno - Presidente UP Calabria, Salvatore Patamia - Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria, Giovanni Soda - Responsabile NRVV P Regione Calabria

Le quattro relazioni settoriali relativi agli ambiti di intervento prevalente di CulTurMedia sono affidate alle realtà della cooperazione di settore calabrese: Nancy Valente, Cultura e Cooperazione; Maria Rita Galati, Comunicazione in Calabria; Pierpaolo Bonaccurso, Teatro e art visive; Antonio Blandi, Turismo, intersettorialità e sviluppo. Dopo il dibattito e prima dell'intervento del sottosegretario, On.Le Dorina Bianchi, sarà il Presidente di CulTurMedia nazionale, Roberto Calari ha portare all'Assemblea alcune considerazioni conclusive.

In vista del 2018, anno europeo del Patrimonio Culturale, materiale e immateriale, diviene ancora più rilevante per la cooperazione cogliere le potenzialità trasversali per lo sviluppo che possono derivare dalla capacità di sviluppare idee e progetti che siano in grado di contribuire alla promozione e valorizzazione delle capacità produttive e creative presenti in ambito culturale come leva indispensabile per la promozione dei territori.

L'assemblea di Catanzaro è anche un'occasione per confrontare analisi, linee e proposte, sia di parte pubblica che di parte cooperativa, in merito alla necessità di iniziare a definire Piani integrati territoriali che nascano dall'attrattore cultura e che siano in grado di generare nuove opportunità di sviluppo turistico e, insieme, di valorizzazione le identità, le biodiversità, il Paesaggio e, insieme, le eccellenze di prodotti della filiera agroalimentare e le capacità di accoglienza, artigianato artistico di ogni territorio.

Lo spettacolo dal vivo, il cinema e la produzione audiovisuale, il turismo, l'editoria libraria e giornalistica locale e indipendente, la comunicazione, l'informazione sono ambiti rilevanti di una presenza importante e di lunga data della cooperazione culturale Calabrese, fortemente ancorata ad una visione valoriale e di interesse pubblico del proprio agire, che con la nascita di CulTurMedia intende insieme a Legacoop Calabria costituire un partner significativo di una nuova stagione di sviluppo che parta dal valore della cultura.

All'Assemblea di Catanzaro è invito anche quell' importante tessuto associativo nell'ambito della cultura che può rappresentare all'interno delle linee di Riforma del Terzo settore un nuovo terreno di confronto e di crescita nella maggiore trasparenza di regole condivise.

Vi sono inoltre alcuni terreni comuni da analizzare e percorrere valorizzando buone pratiche esistenti e costruendone nuove: quelli della promozione della lettura, della salvaguardia della bibliodiversità, del pluralismo dell'informazione, della valorizzazione delle produzioni indipendenti nel cinema e nelle produzioni audiovisuali come nel teatro o nella musica; una visione comune per dare nuova forza e nuove opportunità alle capacità produttive e creative locali connettendole a reti e progetti più ampi.

Si tratta, infine, di potercondividere analisi e progetti tra pubblico e privato che guardino ad un comune orizzonte strategico che veda nella cultura un elemento per creare nuove opportunità di impresa e di lavoro. La cultura è una risorsa strategica per lo sviluppo: l'Assemblea costitutiva di CulTurMedia intende contribuire a rilanciarne la rilevanza per nuove occasioni di crescita sostenibile della realtà Calabrese.

Dalla Calabria e dal Sud in questo ambito può venire un forte contributo alla crescita più complessiva del Paese.