Calcio
 

Reggina eliminata dalla Coppa Italia di C: al "Granillo" finisce 2-3 per il Potenza

vuleticharcidiaconodi Paolo Ficara - Sconfitta che non fa male. La Reggina esce a testa alta dalla Coppa Italia di C per mano del Potenza, ai sedicesimi di finale. Iuliano al 40' porta in avanti gli ospiti, che raddoppiano al 55' grazie ad Arcidiacono. A riaprirla è Doumbia al 59', mentre De Francesco al 74' realizza il 2-2 che sembra mettere alle corde gli avversari. Vuletich però gela tutti al 78'.

Mister Toscano ha operato un ampio turnover, schierando Farroni tra i pali; in difesa ha mantenuto il posto soltanto Loiacono, con la batteria di centrali completata da Gasparetto e Rubin usciti però entrambi per infortunio; Rolando a destra (Garufo gli è subentrato all'intervallo), Bresciani a sinistra con Salandria e De Francesco in mezzo al campo nel 3-4-1-2, completato dalla presenza di Rivas a sostegno di Bellomo e Doumbia.

Il suo collega Raffaele, presentatosi con un 3-5-2, dopo l'infortunio della mezzala Ricci è passato al 3-4-2-1 con l'ingresso di Souare ed è stata la prima importante lettura tattica del match. Infatti Iuliano, trovandosi maggiormente a proprio agio da interno anziché da mezzala, ha piazzato un bel destro dalla distanza sorprendendo Farroni al 40'. Pur vedendo infortunarsi due dei tre centrali, Toscano ha preferito mantenere la difesa a tre con i cambi forzati.

Dopo lo 0-2 firmato da Arcidiacono, servito bene in profondità dall'esterno sinistro Sepe autore di un'ottima progressione, il tecnico amaranto ha optato per un 4-2-4 con l'ingresso delle punte centrali Denis e Reginaldo con conseguente allargamento di Bellomo e Doumbia. Quest'ultimo è diventato una spina nel fianco del Potenza, saltando il portiere Breza avventuratosi in uscita per poi insaccare a porta vuota il gol della speranza.

Generosissimi Reginaldo e Denis nell'attirare su di sé i difensori, fornendo innumerevoli sponde ai compagni. Su una di queste, De Francesco segna il gol del 2-2. Nei due minuti successivi la Reggina sfonda un paio di volte a destra, senza però riuscire a servire l'attaccante liberatosi sul secondo palo. Ne approfittano gli ospiti, con Viteritti che dà fondo alle proprie energie e sprinta a destra: cross per il fresco Vuletich, che di testa anticipa Loiacono e Rossi colpendo troppo forte per Farroni. Reggina dunque eliminata dalla coppa, ma che da stamattina penserà soltanto alla Casertana prossima avversaria in campionato domenica al "Granillo".