Calcio
 

Nucaro a Radio Reggio Più: "Praticò chiede un milione per vendere la Reggina"

nucaroPunto di vista personale, misto a rivelazioni mirate. Mauro Nucaro, presidente del Corigliano, si è espresso sulla trattativa tra Citrigno e Praticò per l'eventuale compravendita della Urbs Reggina. In diretta a Radio Reggio Più, nel corso della trasmissione CBasta in onda ogni giovedì alle 19, l'imprenditore cosentino ha dichiarato che bisogna "salvare la Reggina". Ma non solo.

"Sono convinto che il dottor Praticò non farà mai morire la Reggina. Se i presidenti delle migliori squadre militanti nelle categorie dilettantistiche si unissero a Praticò, non avrebbero bisogno di gente come me o Citrigno che vengono dalla provincia di Cosenza. Attualmente, magari, il dottor Praticò si sta trovando in un momento di difficoltà. Forse non crede più in questo investimento nel calcio. Ma sono sicuro che salverà la Reggina, facendole disputare un buon campionato – ha affermato Nucaro a Radio Reggio Più – Lo scorso anno, avevo manifestato la volontà di far parte del calcio professionistico. Avevo avuto dei mezzi accenni con un collaboratore della Reggina. Poi mi sono arrivate voci, sensate e non inventate, che mi facevano capire l'importanza della situazione debitoria. Sempre tramite questo signore che collabora tuttora con la Reggina, ho capito che il dottor Praticò non regala la società. Vuole dei soldi. Non ha stadio di proprietà. La fidejussione posso farla io, gli stipendi arretrati li pago io, ma non credo di poter spendere dei soldi per una società che non ha nulla. Questo è il motivo per cui non ho proseguito nella due diligence. Il discorso con Citrigno? Potrebbe stopparsi per lo stesso motivo. Se io un giorno vado in difficoltà con il Corigliano e si presenta uno a chiedere la squadra, non posso pretendere soldi. Anzi, dovrei ringraziarlo, perché mi sta togliendo una patata bollente dalle mani. Poi, ognuno decide in maniera opportuna. Mi giunge voce che il dottor Praticò voglia un milione di euro per la Reggina".

Dopo tali esplosive rivelazioni, il presidente Nucaro ha comunque teso la mano alla piazza di Reggio: "Non ho un interesse lavorativo per venire a comprare la Reggina. Sarebbe diverso se avessi un'azienda sul territorio, farei l'investimento con il cuore. Se si sa lavorare, non dico che in Serie C si guadagna, ma si rientra dall'investimento. Non sono un professore, il dottore Praticò mi perdoni, ma la Reggina è stata gestita male – ha insistito il massimo dirigente del Corigliano – Ci metto due mani sul fuoco che il dottor Praticò non farà fallire la Reggina. È una persona per bene, vuole camminare a testa alta per Reggio Calabria. Nel mio piccolo, se posso dare una mano in modo indiretto, amicizie in Italia e all'estero ne ho. Mi farò promotore, se il dottor Praticò non riesce a vendere, per portare qualcuno serio. Almeno come sponsor importante".