Calcio
 

Reggina: Castiglia c'è, De Vito ci sarà, Salandria chissà

salandria500di Paolo Ficara - Rifarsi il look. È un eufemismo per definire il calciomercato invernale della Reggina, a dire il vero ancora non decollato in uscita. Si registrano ufficialmente gli arrivi dell'esterno sinistro Armeno (impiegabile anche come mezzala) e del cattura-palloni Giuffrida, ma da stamane è a Reggio anche Ivan Castiglia. Operazione chiusa in prestito, alla Triestina si trasferisce Carmelo Maesano (auguri per i suoi 22 anni). Imminente la fumata bianca per Hadziosmanovic, esterno destro della Sampdoria che arriverà via Livorno.

La Reggina attende ad ore anche la risposta del Monopoli ad una nuova proposta di scambio. L'attaccante Silenzi in Puglia, il centrale De Vito in amaranto. Più sì che no, ma ancora nessun segnale ufficiale. In stand-by Terigi, forse al centro di una contesa fra procuratori. L'AlbinoLeffe si sarebbe timidamente fatto avanti per Solerio, comunque di proprietà dell'Avellino.

A metà gennaio restano irrisolte le situazioni più spinose: De Francesco, Di Filippo, Mezavilla e Porcino. Quest'ultimo è entrato nelle mire di Pisa, Catania e Matera, tutte pronte a metterlo sotto contratto fino al 2020. La Reggina cerca di ricavarne qualcosa, magari uno scambio. Coi lucani non decolla il discorso relativo agli attaccanti Corado e Dugandzic (il preferito rimane De Sena del Ravenna). E allora perché non provare a chiedere Salandria? Il centrocampista è in scadenza, è un under, metterebbe la Reggina come minimo alla pari rispetto a proposte di squadre oggigiorno più attrezzate. Ma al momento è solo un'ipotesi.