Calcio
 

Reggina, Maurizi: "Squadra giovane, non bisogna esaltarla nè deprimerla"

maurizimisterLa vittoria è la miglior medicina. Dopo due sconfitte consecutive, la Reggina ha ritrovato il sorriso con il 2-0 sulla Fidelis Andria. Il tecnico Agenore Maurizi ha commentato l'ultima partita, dando un occhio anche alla prossima trasferta di Monopoli, nel corso del programma "Fuorigioco", condotto da Andrea Ripepi su Reggio Tv: "Le vittorie danno morale, ma quando inizia un percorso ci si deve basare sul lavoro. Il Monopoli è difficile da affrontare, merita i 18 punti che ha. Voglio far felice le persone che ci tengono alla Reggina. Quando si perdono due partite, il nervosismo si avverte sia in allenamento che in gara. La squadra è giovane, non dobbiamo esaltarla né deprimerla. L'equilibrio deve regnare sovrano".

Il discorso si è spostato sui singoli: "Bisogna avere la mente sgombra dai pensieri negativi, ed essere consapevoli di ció che valiamo. L'Andria ci ha creato problemi, ma le occasioni nascono da errori individuali. Bianchimano e Tulissi stavano fuori da tempo. Sciamanna ha problemi da Fondi. Teniamoci questi tre punti, guardiamo avanti con fiducia. De Francesco ha subito degli interventi in ritardo. Non mi lamento con gli arbitri, questa è la categoria".