Calcio
 

Il Crotone si ferma: Rigoni regala i 3 punti al Genoa

a4ba1a63e6ffca9a8299a6e7cbbd93b7Il Genoa esce dalla crisi, si lascia alle spalle la sconfitta nel derby e ritrova la vittoria dopo più di un mese superando il Crotone in trasferta per 1-0 nel lunch match della tredicesima giornata di Serie A. Buona la prima per mister Ballardini, chiamato per la terza volta sulla panchina del 'Grifone' per sostituire Juric, che ringrazia il gol di Rigoni dopo 11 minuti, risolvendo la sfida dello 'Scida' e consentendo ai rossoblù di salire a quota 9 in classifica a pari punti con la Spal al 16° posto. Restano invece fermi a 12 i calabresi in tredicesima posizione. Parte forte il 'Grifone' e già al 2' si rende pericoloso con un colpo di testa di Zukanovic su punizione di Veloso: la conclusione del difensore bosniaco termina alta non di molto. Il Genoa continua a premere e all'11' trova il vantaggio. Laxalt fa partire un cross dalla sinistra, Rigoni si inserisce sul secondo palo e, di testa, mette in rete da due passi. La squadra di Ballardini è padrona del campo e proprio Rigoni va vicino al bis al 20': servito da Pandev il centrocampista calcia tutto solo a tu per tu con Cordaz ma il portiere di casa riesce a deviare in angolo. Poco dopo la mezz'ora ancora l'estremo difensore dei calabresi protagonista di un grande intervento su un tiro di Rosi lanciato da Pandev. La squadra di Nicola si fa vedere solo nel finale di tempo ma Stoian, servito da Nalini calcia troppo debolmente dal limite dell'area e Perin blocca senza particolari problemi.

La ripresa si apre con gli ospiti ancora pericolosi con Taarabt che lancia Pandev che a sua volta serve l'inserimento puntuale di Bertolacci: l'ex Milan piazza un diagonale velenoso a metà tra un tiro e un cross. La palla sfiora il palo senza che nessuno dei suoi compagni riesca a correggere in rete. I calabresi faticano a manovrare nella tre quarti avversaria e ci provano con due conclusioni da fuori prima con Barberis e poi con Mandragora ma in entrambe le occasioni Perin fa buona guardia. Dopo la mezz'ora azione solitaria di Rohden che arriva a calciare all'interno dell'area di rigore ma ancora il portiere genoano dice no. Forcing finale della squadra di Nicola senza però costruire azioni degne di nota fino al triplice fischio di Tagliavento.

Crotone-Genoa 0-1 (0-1) Crotone (4-4-2): Cordaz 7, Sampirisi 5 (36' st Simy s.v), Ceccherini 5.5, Simic 5.5, Martella 5.5 (15' st Rohden 5), Nalini 5, Mandragora 6, Barberis 6, Stoian 5 (27' st Tonev, 6), Budimir 5, Trotta 6 (5 Festa, 78 Viscovo, 37 Faraoni, 44 Cabrera, 93 Ajeti, 13 Izco, 8 Aristoteles, 14 Suljic, 89 Crociata). All.: Nicola 5. Genoa (3-5-2): Perin 6, Izzo 6, Spolli 6, Zukanovic 6, Rosi 6.5, Rigoni 7, Veloso 6 (33' st Cofie, sv), Bertolacci 6.5, Laxalt 6.5, Taarabt 6 (42' st Centurion, sv), Pandev 6.5 (15' st Galabinov, 6). (23 Lamanna, 38 Zima, 13 Rossettini, 3 Gentiletti, 14 Biraschi, 22 Lazovic, 40 Omeonga, 10 Lapadula, 17 Palladino). All.: Ballardini 6. Arbitro: Tagliavento 7 Rete: 10' pt Rigoni. Recupero: 1' e 3' Angoli: 4-3 per il Genoa. Ammoniti: Spolli, Stoian, Veloso e Rigoni, tutti per gioco falloso. Var: 0 ***IL GOL: - 10' pt: Rigoni raccoglie un cross, sorprendendo alle spalle i difensori del Crotone, e mette in rete di testa da distanza ravvicinata.