Calcio
 

Crotone, Nicola: "Avevamo fatto bocca ai tre punti"

E' soddisfatto il tecnico del Crotone Davide Nicola per il terzo risultato utile consecutivo. "Contro un Torino fisico, tecnico ed impressionante per qualità - spiega - siamo riusciti a gestire la gara ed andare in vantaggio per due volte. Sono rammaricato del pari perché alla fine ci avevamo fatto la bocca ai tre punti. Nel computo della gara, però, loro sono stati pericolosi alcune volte. Sono contento ed orgoglioso dei ragazzi che hanno fatto bene sia quando dovevamo pressare su Sirigu sia nello stare compatti su loro palleggio". Nicola spiega anche il ritardato cambio di Simy: "A dire il vero il cambio era previsto prima, ma c'erano Ceccherini e Sampirisi in difficoltà ed ho aspettato. Simy sta giocando bene. Non esiste alcun caso Budimir. Scelta tecnica in funzione di una certa espressione di gioco. Non c'è un solo giocatore che non sia importante nella mia rosa". Oltre i cori a Mihajlovic la gara ha vissuto un giallo sul gol del 2-2 del Torino per un presunto gestaccio di Liajc. Nicola chiarisce: "nessun gesto da Liajc, è venuto alla panchina ed ha fatto una battuta, che resta tra noi, da gran campione quale è". "Sulla mancanza di cultura - dice poi Nicola in merito ai cori contro l'allenatore del Torino Mihajlovic - bisogna essere coscienti che molto spesso è determinata da eccessiva immedesimazione. Il nostro pubblico si è sempre distinto per passione e rispetto. È una cosa che accade anche a noi quando andiamo in altri stadi". Tornando ai tre punti sfumati, Nicola si dice "convinto che i miei calciatori miglioreranno. Bisogna diventare più scaltri in alcuni momenti ed accettare la qualità degli avversari. Dispiace aver perso i tre punti. A livello difensivo siamo stati molto impegnati e dobbiamo migliorare gestione degli uno contro uno e mantenere la nostra umiltà".