Aggressione a medici, sindacato SUL e Movimento NOI: "Torni Polizia di Stato in Pronto Soccorso"

"Situazione allarmante quella delle aggressioni ai medici negli Ospedali pubblici della Calabria che sono state oggetto di una serie di programmi radiofonici su NOIRadio.EU, la Web Radio del Movimento NOI. In poco più di dieci giorni due gravissime aggressioni nel Pronto Soccorso di Cosenza e in quello di Cetraro dove, un uomo con passamontagna e bastone, ha minacciato il corpo sanitario. Entrambi le aggressioni a Donne, cosa che rivela la maggiore pericolosità delle situazioni che si vanno a creare. Già pronte le lettere che giungeranno sul tavolo del Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, del Ministro della Salute Roberto Speranza, dei Prefetti e del Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, con le quali si chiede il ripristino del personale di Polizia di Stato nel Pronto Soccorso, fermo restando i servizi di guardiania privati che hanno scopi complementari.

Consapevoli della grande situazione di stress che colpisce la popolazione nel dopo Covid19, ma anche a causa delle difficoltà economiche che pesano su decine di migliaia di cittadini demoralizzati, spazientiti e divenuti poco tolleranti, ma anche della questione "Sanità" che in Calabria è divenuta rovente, si ritiene, però, di dovere garantire la massima sicurezza al personale medico che fino a ieri è stato ritenuto "eroico" per avere fronteggiato il Covid19, e oggi si rischia di mal ripagare perché fortemente esposto sul luogo di lavoro. Ospite della trasmissione, nel corso della quale si è determinata l'urgenza di scrivere alle più alte Istituzioni, la dott.ssa Emilia Musolino, dirigente medico del Pronto Soccorso di Cetraro, vittima dell'aggressione, l'avv. Aldo Libri - Segretario Regionale del SUL Calabria (Sindacato Unitario Lavoratori), il dott. Adolfo Antonio Rogano - Dirigente Medico del Reparto di Chirurgia d'Urgenza dell'Annunziata di Cosenza, l'avv. Francesco Guido, Avvocato del Foro di Cosenza - legale di fiducia del SUL Calabria, il dott. Angelo Falcone Responsabile settore Salute Movimento NOI. Nel programma condotto da Fabio Gallo, Portavoce Nazionale Movimento NOI, sono stati valutati una serie di elementi che conducono alla necessità di assicurare totale sicurezza al personale Medico di Pronto soccorso ove si rende necessario un ambiente che assicuri la serenità necessaria anche per chi ricorre alle cure mediche e in molti casi deve iniziare le terapie anche per questioni gravi, nello stesso ambiente del Pronto Soccorso".