Coronavirus, Cristallo (Sardine): “Pallaria inadeguato a ruolo”

"Il servizio della trasmissione Report di ieri sera ci consegna un quadro di diffusa incompetenza, colpevole negligenza e inaccettabile inadeguatezza di tutte la filiera istituzionale calabrese che sta gestendo l'emergenza sanitaria Covid 19". E' quanto afferma, in una nota, Jasmine Cristallo, referente calabrese delle Sardine. "Abbiamo appreso con sconcerto - prosegue Cristallo - che il capo della Protezione civile Calabria non ha alcuna competenza nelle materie che sta gestendo, che gran parte degli ospedali funzionanti sono nella migliore delle ipotesi, mandati allo sbaraglio per assenza di elementari misure di sicurezza e protezione. Per non parlare del cimitero di strutture sanitarie realizzate con enorme dispendio di fondi pubblici e mai entrate in funzione. Conosciamo bene il contesto di fragilita' e soprusi in cui versa il sistema sanitario calabrese, dopo oltre 10 anni di cannibalesco commissariamento, ma quanto emerso dall'inchiesta giornalistica e' un pugno nello stomaco insopportabile. E sale sulle ferite di una terra marginalizzata da disagio, poverta', poteri criminali e classi dirigenti spesso colluse e , nella migliore delle ipotesi, incompetenti, massiccia emigrazione".

"Ci aspettiamo ora - sostiene ancora la referente regionale delle Sardine - che chi ha responsabilita' diretta sul destino della Calabria non faccia finta di nulla, non si volti ancora una volta dall'altra parte ma assuma ora, e non domani, provvedimenti conseguenti ed esemplari. 'Nessuno si salva da solo' ebbene e' vero anche il contrario per la Calabria: chi ha ruoli pubblici apicali ha il dovere (giuridico e morale) di salvarci".