"Salvini contestato? Lui è autore di questo clima d'odio"

lucanosapienza"Io ogni volta che incontro le persone, anche a Crotone, ce ne sono proprio tante, anche in questo clima di divisione, di odio. Non dipende solo da loro, ma anche in Calabria ci sono state manifestazioni in cui il ministro degli Interni è stato fortemente contestato. Ma lui è stato uno degli autori, uno di quelli che ha contribuito a questo clima di odio, ma spero di riuscire a contribuire a altri messaggi di unità e di solidarietà. Dove il popolo conta, io sono uno dei tanti, sono uno di voi". Così Mimmo Lucano, sindaco di Riace, improvvisando una conferenza stampa all'esterno della Sapienza tra gli applausi di migliaia di studenti.

"Non mi sentite perché sono emozionato - ha detto Lucano ai giornalisti che gli chiedevano di alzare la voce -. Sono uno di voi. Non immaginavo di avere intorno tanta gente per aver fatto delle cose normali. Non ho fatto nulla di speciale, ho inseguito un sogno di umanità, di democrazia di tutti noi, in un momento in cui prevale la disumanità. Anche se non sarò sindaco il sogno continuerà fino alla fine". Prima di entrare al seminario, un'ultima battuta: "Quando qualcuno mi ha chiesto oggi come sarei venuto, io non ho scorte, non ho nessuno, sono venuto con gli amici".

"La nostra iniziativa a Riace ha riguardato un contesto particolare, le aree interne della Calabria che si sono spopolate. Questi che voglio contrastare la manifestazione dicevano che io sarei un sindaco che vuole riempire i borghi calabresi con coloni africani, che promuovo una sostituzione etnica. Non conoscono Riace, non conoscono i borghi calabresi. I migranti non hanno occupato nessuno spazio degli italiani".