Clementina di Calabria, Agricoop: "Difetti esterni per maltempo, ma bontà invariata"

"Il clima avverso di questi ultimi mesi, ha creato non pochi disagi per il mondo agricolo calabrese ed il comparto agrumicolo ovviamente ne ha risentito.

I parametri climatici fuori periodo e l'alta umidità hanno inevitabilmente interessato i nostri frutti causando in alcuni casi dei difetti esterni.

Tuttavia, per quanto riguarda le clementine, tali difetti non hanno assolutamente intaccato la loro bontà e assicuriamo al consumatore che la Clementina di Calabria è buonissima come sempre".
Lo afferma Innocenza Giannuzzi, presidente del Consorzio AgriCoop.

"In questa situazione oltre a chiedere alla Regione di velocizzare le procedure già attive di Stato di Calamità, chiediamo di promuovere sin da subito una campagna di sensibilizzazione all'acquisto delle Clementine su scala Nazionale:

la Clementina di Calabria semplicemente fantastica!

Ciò che rende unico un prodotto quale la

Clementina Calabrese è la qualità del suo interno e non vorremmo che al contrario a guidare la scelta del mercato sia solo l'aspetto esteriore.

Sensibilizzare il consumatore con politiche di comunicazioni mirate ad un acquisto consapevole, in questo determinato momento, significherebbe molto per l'economia regionale evitando al contempo che venga spacciata per calabrese una produzione che tale non è, ovvero un prodotto bello esteriormente ma di provenienza incerta.

Un difetto visivo può passare in second'ordine se si valorizzano le sue caratteristiche e si promuove la sua bontà.

La Clementina di Calabria, non è solo il suo aspetto ma è soprattutto la sua dolcezza e il suo profumo, qualità che ne hanno determinato tutto il loro grande successo sulle tavole dei consumatori".