“One Shots, one Life”, quando il chupito diventa solidale a livello nazionale: centinaia di vaccini donati

LeoclubpolistenaIl Leo Club Polistena Brutium e la popolarissima "Shots la Chupiteria" hanno organizzato e portato a termine durante i giorni scorsi la seconda edizione del progetto "One Shots, one Life". Questo progetto consiste in una serata di beneficenza in cui l'acquisto di un chupito equivale e contribuisce all'acquisto di un vaccino contro il morbillo, l'incasso viene quindi devoluto a enti del settore che immediatamente provvedono a distribuire il materiale medico in oggetto. Di più, quest'anno "SHOTS la chupiteria" ha voluto onorare l'evento mettendo a disposizione dei propri clienti il "Chupito Life", creato ad hoc per l'occasione. Le date in cui si è svolto l'evento quest'anno sono 4, corrispondenti con i locali di "Shots, la Chupiteria":

-Il 14 Novembre è stata la serata di apertura del progetto svoltasi a Rende.

-Il 15 Novembre è stata la volta di Reggio Calabria.

-Il 16 Novembre vi è stata la data più suggestiva svoltasi nella capitale.

- Infine ma non per importanza Sabato 17 Novembre la data di chiusura è stata Polistena, li dove tutto è cominciato (essendo la sede del Leo Club "Polistena Brutium" e del primo locale di "Shots la Chupiteria", nonché teatro della prima edizione del progetto svoltasi l'anno scorso).

I soci della Shots: Domenico Lamanna, Domenico Sbaglia e Andrea Mileto plaudono all'evento: "Siamo molto soddisfatti e orgogliosi di poter dimostrare come una piacevole serata nei nostri locali possa diventare un occasione per fare beneficenza, in più aver svolto l'evento anche fuori regione contribuisce a incrementare la visibilità di questo genere di progetti, il chupito, dunque, può e deve diventare solidale" hanno dichiarato. Soddisfatto anche il presidente del Leo Club Polistena Brutium Carmelo Milicia: "Non ho difficoltà a dire che questo è stato forse uno dei progetti più ambiziosi e meglio riusciti organizzati dal nostro Leo Club, un grazie ai ragazzi della Shots".

Sono questi giovani intraprendenti l'animo di una bellissima iniziativa che ha unito alcol e risate alla beneficenza. Giovani come Girolamo Napoli che lavora alla Shots di Reggio Calabria o Giuseppe Lamanna e Alessio Capocasale a Roma o ancora Francesco Sorbara,Simone Galatà ed Emanuele D'agostino a Rende che hanno colorato del blu dei "Chupiti Life" le città in cui operano, con la semplicità e la spensieratezza di un chupito hanno oggettivamente fatto del bene. I ragazzi del Leo si sono divertiti, essendo un gruppo molto affiatato e poco ingessato godendosi il bellissimo contesto del progetto, non mancando in nessuna delle date previste. Hanno preso parte all'evento gli officer distrettuali del Club Salvatore Auddino e Rosario Milicia. Nello specifico il presidente di Zona Auddino ha dichiarato "Sono fiero e orgoglioso del mio club che fa apparire l'intera zona in salute con simili eventi". Insomma, una fucina di giovani leve dal talento imprenditoriale, professionale e associazionistico che sono entusiasti e non si arrendono all'apatia generale. Forse troppo spesso i giovani vengono visti come vuoti e privi di interesse per il bene collettivo. Forse, e qui urge una riflessione, bisognerebbe parlare ai giovani con un linguaggio più diretto e immediato, senza ramanzine, ma dandoli responsabilità, dandoli la possibilità di mettersi in gioco, in quanto, a giudicare da questo "One Shots, one Life" i risultati non possono che essere positivi ed esplosivi. Infatti il totale raccolto è di fondi per 800 vaccini.