Idm Giovani: “Cittadini e territori priorità della nostra politica”

"Il movimento giovanile de l'Italia del Meridione si fa portavoce delle esigenze dei calabresi ponendo come base alla sua attività politica l'applicazione della Costituzione Italiana, che attribuisce sovranitàal popolo, garantendo innanzitutto il diritto alla salute e al lavoro.

Va da sé che gli interlocutori principali sono i rappresentanti della classe politica attuale ed è a loro che rivolgiamo il nostro messaggio:

"Siamo semplici cittadini che, a differenza dei vecchi politici calabresi, vivono quotidianamente il territorio, esaltando le eccellenze che lo caratterizzano e opponendoci alle criticità che lo deturpano. Stanchi di politici e politicanti vetusti, incapaci e incompetenti che hanno avuto il solo merito di aver annientato una terra meravigliosa, di aver compromesso crescita e sviluppo, negando anche la sola sussistenza delle piccole e medie imprese. A loro il meritodi aver reso la Calabria la regione col tasso di disoccupazione più alto d'Europa. Sempre a costoro va riconosciuta la capacità di aver annientato il diritto fondamentale dell'individuoquello della salute, che analogamente all'occupazione, vede la Calabria ai margini d'Europa."

Stiamo organizzando, affiancati da molti cittadini, una serie di iniziative di proposta e di protesta nei confronti di un sistema che non funziona. Parte da qui la denuncia contro il mal funzionamento del Centro per l'Impiego di Cosenza, ci schieriamo, a breve anche con azioni palesi, dalla partedegli impiegati e dei cosentini che da mesi sono vittime della cattiva gestione di un assessore e del dirigente, evidentemente incapaci di svolgere il proprio dovere. È inaccettabile che un ente di tale rilievo, da diverso tempo ormai, non dispone di toner e carta per stampare! Andremo in massa davanti l'ufficio di Via Vaglio Lise per contestare questa situazione che mortifica un'intera comunità. Saremo al fianco dei cittadini, per dare sostegno a tutte quelle persone e aziende che ogni giorno si recano presso la struttura in cerca di speranze e risposte e che puntualmente vengono respinte per cause, certamente, non imputabili ai dipendenti del Centro, vittime anche loro di una cattiva amministrazione.

Siamo, poi, in procinto di avviare una mobilitazione a sostegno della costruzione del nuovo Ospedale di Cosenza. Ci sono oltre 200 milioni di euro che il presidente Oliverio ha pronti per finanziarne la realizzazione che a causa di un'amministrazione cittadina distratta da diatribe politiche si rischia di perdere e a farne le spese, come al solito, sono i cittadini.

Il diritto al lavoro e alla salute non possono e nondevono essere messi in secondo piano.

Partiamo da qui! Naturalmente siamo aperti al confronto e al dialogo e soprattutto a raccogliere le istanze che ci provengono da ogni parte della Calabria e da chi vorrà con noi scrivere una storia diversa di questa terra". Lo scrive Luigi Camillo Lupo, segretario regionale Idm Giovani.