Gianluca Callipo “scarica” Oliverio e va nel centrodestra, Alecci: “Sorpreso dalla sua decisione”

"Sono rimasto molto sorpreso dalla decisione del sindaco di Pizzo Gianluca Callipo di abbandonare il Pd e schierarsi con Mario Occhiuto. Ho avuto modo di conoscere Callipo nella sua funzione di sindaco e di presidente dell'Anci Calabria. Ecco perche' la sua scelta mi appare incomprensibile. Da amministratore a diretto contatto con i problemi e i disagi del territorio, non puo' non riconoscere l'oggettivo impegno del presidente della Regione, Mario Oliverio, nel sostegno alle Amministrazioni locali in molti settori nevralgici per la vita dei Comuni". Lo sostiene, in una nota, il sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, del Pd. "Mi riferisco, solo per citarne alcuni - aggiunge Alecci - alla gestione dei rifiuti, all'edilizia scolastica, alla riqualificazione dei borghi, alla Protezione civile. La mano della Regione in questi anni si e' avvertita in positivo e Callipo stesso ne ha dato atto in diverse occasioni pubbliche. La contrarieta' che oggi manifesta mi lascia molto perplesso e non la condivido, soprattutto perche' accompagnata dalla scelta di transitare in un altro schieramento". "Quando in un partito ci sono battaglie da affrontare, diversita' di vedute da rappresentare - conclude il Sindaco di Soverato - cio' deve avvenire all'interno, rimboccandosi le maniche e spendendosi per le proprie idee e non cambiando squadra o campo da gioco".