Nuova ondata di maltempo sulla Calabria: esondano torrenti, allagamenti e disagi alla circolazione

 

Maltemponuova4Disagi per il maltempo che ha investito in queste ore la Calabria. E' nuovamente esondato il torrente Tuccio, in località Musupuniti nel territorio di Melito Porto Salvo, investendo la condotta dell'acquedotto regionale.

Sorical ha già inviato sul posto più squadra di manutenzione per avviare i lavori di ripristino del servizio che si prevedono di almeno 48 ore.

Attualmente è interrotto il servizio per il Comune di Reggio Calabria (Zona sud fino a Pellaro), Montebello Jonico, Roghudi, San Lorenzo e Motta San Giovanni.

I lavori, a causa della piena del fiume, si presentano complessi e secondo i tecnici della Sorical dureranno qualche giorno perché è necessario prima arginare il flusso del fiume, mettendo in sicurezza il sito, e poi procedere con la riparazione della condotta.

La condotta dell'acquedotto Tuccio è posizionata in prossimità della sponda sinistra del torrente, la piena del fiume ha causato un nuovo smottamento del terreno su cui è posizionata la condotta.

Sorical è già intervenuta sabato scorso per ripristinare il servizio e nel 2017 ha segnalato agli uffici preposti della Regione e della Prefettura di Reggio, la vulnerabilità del tracciato della condotta a seguito dello sgretolamento dei muri di protezione della fiumara.

L'Arpacal ha emesso un bollettino di superamento della soglia critica rispetto al quantitativo di pioggia caduta in diversi centri. Particolarmente alto il quantitativo d'acqua caduta a Reggio Calabria, Motta San Giovanni, Montebello Ionico, Melito Porto Salvo, dove e' stato superato il livello tre, la soglia critica prevista in caso di rovesci piovaschi. Problematica anche la situazione a Marina di Gioiosa Ionica, sempre nel Reggino, ed a Fabrizia, centro del Vibonese, dove il livello pioggia e' a quota due. Considerate le previsioni meteo, sono molti i Comuni che hanno deciso di chiudere le scuole per la giornata di oggi. Tra gli altri, scuole chiuse a Reggio Calabria, Crotone e Catanzaro.

Il maltempo di abbattuto anche in provincia di Catanzaro, e in particolare l'area del Lametino, gia' duramente colpita dall'alluvione dello scorso 4 ottobre.

Allagamenti e disagi alla circolazione si sono registrati, in particolare, sulla strada statale 18, all'altezza del centro meccanografico delle Poste di Lamezia Terme, a causa dell'esondazione del torrente Turrina che ha coinvolto anche alcune aziende agricole, florovivaistiche e industriali che costeggiano l'arteria: sul posto la polizia municipale e personale dell'Anas, che stanno lavorando per tenere sotto controllo la situazione e attenuare i disagi per gli automobilisti. L'area in questione non e' distante da quella nella quale hanno perso la vita la 30enne Stefania Signore e i suoi figlioletti Cristian (7 anni) e Nicolo' (2), travolti da un'ondata di acqua e fango lo scorso 4 ottobre ed i cui funerali sono stati celebrati sabato.