Esposito (coordinamento donne Pd): “Democrazia paritaria al centro della prossima festa regionale dell’Unità”

"L'inserimento della doppia preferenza di genere nella legge elettorale rappresenta un approdo di civiltà e di giustizia a cui la Calabria deve arrivare il più presto possibile e ci auguriamo con una votazione unanime da parte dei nostri legislatori. Come iscritte del Pd, insieme a tante sensibilità femminili delle più diverse estrazioni, da mesi ci stiamo spendendo in tutte le sedi istituzionali e politiche per mantenere alta l'attenzione e portare avanti una campagna di sensibilizzazione sul valore culturale di questa norma".

Ad affermarlo è Teresa Esposito, componente del coordinamento donne del Pd e fra le firmatarie della petizione popolare intrapresa nella scorse settimane per promuovere l'approvazione della doppia preferenza.

"I temi della democrazia paritaria – afferma ancora Esposito – saranno al centro della imminente festa regionale del Pd, con la presenza della responsabile nazionale del dipartimento Pari opportunità, Andrea Catizone, e il dibattito si sta già sviluppando a più voci nei diversi appuntamenti territoriali. Il riequilibrio della rappresentanza tra donne e uomini nelle istituzioni è un principio irrinunciabile di democrazia e di civiltà e segna dunque una tappa importante dell'impegno che in Calabria esprimono molte donne nella società civile, nei partiti politici e nelle istituzioni. Con questo spirito abbiamo incontrato i più alti rappresentanti istituzionali della nostra regione, a partire dai presidenti di Giunta e Consiglio regionale, Mario Oliverio e Nicola Irto. Da loro abbiamo raccolto non solo la disponibilità a stare insieme in questo cammino ma la ferma condivisione dei valori di fondo a cui soggiace la legge sulla doppia preferenza. Ora questo cammino va percorso fino in fondo, senza tentennamenti e anzi con un carico di orgoglio e di autentica passione civica".