Emergenze ambientali e infrastrutture, Oliverio: “Occorre fare scelte coraggiose”

oliverio100818

"Sono tanti i problemi aperti, ma credo che quella imboccata sia la strada giusta e su questa strada bisogna proseguire". E' con queste parole che il Presidente della Regione, Mario Oliverio, ha chiuso il dibattito in Consiglio dedicato ad un unico punto: "Emergenze ambientali, sicurezza territoriale e infrastrutture". "Ringrazio il Consiglio regionale - ha esordito Oliverio - per avere voluto dedicare una seduta ad un tema così importante. Quello della sicurezza è un tema centrale per la nostra terra. E' da qui che dobbiamo partire. Con correzioni che chiamano in causa le politiche pubbliche e chiamano in causa l'agire privato. La politica può dare un contributo importante. La morfologia del territorio calabrese è complessa e soggetta a rischi di natura idrogeologica. L'intervento umano, nel tempo, ha accentuato questi rischi. Una situazione che implica scelte coraggiose, che impongono di andare anche controcorrente, dicendo al cittadino che non è consentito fare tutto. In passato, spesso, la rincorsa al consenso ha determinato guasti e ferite profondi".

Oliverio ha anche parlato delle Province, "tornate ad avere competenze sul territorio, ma senza alcuna risorsa disponibile. Ecco perché - ha aggiunto - è necessario disegnare strumenti, programmi che possano rispondere a questa strategia, a queste esigenze". Sulla tragedia delle Gole del Raganello Oliverio ha invitato tutti all'onestà. "Dobbiamo essere il più possibile obiettivi e non farci travolgere dalla 'vulgate di testate spesso alla ricerca dello scoop. Non si possono scaricare le responsabilità sui sindaci, né essere profeti postumi di quello che non è andato bene. C'è, comunque, una responsabilità morale per non averla affrontata prima quella situazione, con una regolamentazione, per esempio, dell'escursionismo, a livello nazionale. Fattore economico che non può essere rimosso, ma che c'è e deve essere regolato, ma ancora non lo è. Si è trattato di un fatto straordinario ed imprevedibile, ma stiamo attenti ad utilizzare i suggeritori interessati di argomenti. Proprio ora che è in corso la gara per adeguare il sistema pluviometrico sul territorio, si scopre il problema dei pluviometri".

- "Nessuno può negare il balzo di qualità negli ultimi tre anni della Protezione civile regionale. E questo è merito di Carlo Tansi". Lo ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio, nella parte conclusiva dell'intervento con cui ha chiuso in Consiglio il dibattito sul tema "Emergenze ambientali, sicurezza territoriale e infrastrutture". "Non è un giudizio mio - ha aqgiunto Oliverio - ma di ben tre Capi dipartimento che si sono susseguiti negli ultimi anni alla guida della Protezione civile nazionale: Franco Gabrielli, Fabrizio Curcio e Angelo Borrelli".