Milleproroghe, Tallini (FI): "Strano silenzio su scippo 100 milioni"

"Quando un'Amministrazione locale perde, per colpa o disattenzione, anche solo un euro di finanziamenti, la gente giustamente s'indigna. Può accadere, nella pratica quotidiana, che questo possa succedere. Ora mi chiedo perché, di fronte allo scippo o 'furto con destrezza' come lo ha definito il presidente nazionale dell'Anci, De Caro, che il Governo ha compiuto ai danni delle periferie delle tre principali città calabresi, nessuna voce si è levata dalle periferie". Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Domenico Tallini. "Eppure, 110 milioni di euro - prosegue - rappresentano una cifra notevole che avrebbe contribuito a risanare aree degradate di Catanzaro, Cosenza e Reggio con interventi fondamentali per la qualità della vita. Mi sarei aspettato le barricate, prese di posizione infuocate, sit in di protesta. E invece nulla, forse perché quegli stessi cittadini che hanno premiato con migliaia di voti il Movimento Cinquestelle, oggi provano imbarazzo e vergogna di fronte a questo tradimento. Provino, gli eletti dei Cinquestelle in Calabria, a spiegare ai cittadini di Corvo, Aranceto, Fortuna, Podargoni, Vagliolise, via Popilia, i motivi di questa decisione che letteralmente uccide le possibilità di rinascita di tante aree urbane a rischio".

"Posso solo augurarmi - conclude Tallini - che l'ondata di reazioni dei sindaci italiani convinca il Governo e il Parlamento a rinunciare a tale operazione che, lo ripeto, annulla una delle poche occasioni di rilancio delle città".