18 nuovi operatori legali specializzati in protezione internazionale. Gli esami della scuola di alta specializzazione dell'Unical alla Progetto Sud

Si sono svolti in Sala Sintonia, agorà della Comunità Progetto Sud, gli esami finali del terzo corso per operatori legali specializzati in protezione internazionale della scuola di alta specializzazione dell´ UniCal.

In commissione d´esame Marina Galati, direttrice della Comunità Progetto Sud. «La scelta della sede d´esame, per noi un punto di orgoglio, ricaduta simbolicamente sulla la nostra realtà è da ricondurre alla pluralità dei nostri interventi sul territorio. – dice la Galati - Da parte nostra la consapevolezza che siano necessarie figure professionali, oggi piú di ieri, in grado di garantire non solo l´accoglienza ma anche la tutela dei diritti e della persona».

A presiedere la commissione Nicola Fiorita (UniCal), accompagnato da Donatella Loprieno (UniCal), Marina Galati (Direttrice della Comunità Progetto Sud), Federico Tsucalas (UNHCR) , Claudio di Maio (UniCal).

In diciotto, studenti e studentesse provenienti da tutta la Calabria e anche qualcuno da fuori regione, hanno chiuso un percorso formativo importante.

«Noi crediamo che il Paese stia attraversando un momento difficile che va contrastato dal punto di vista culturale e sociale, perché dobbiamo decidere in che mondo vogliamo vivere. – dice Fiorita – se vogliamo difendere la nostra cultura democratica e giuridica. E da questo punto di vista il diritto, la tecnica, rappresentano sempre una limitazione del potere ed una garanzia soprattutto per i piú deboli. – e continua - Lavorare per formare persone competenti e preparate, che sappiano usare gli strumenti giuridici per garantire eguaglianza, non discriminazione e accesso ai diritti è un passaggio importante e ancora piú importante in questo tempo. Abbiamo trovato persone preparate- conclude - e siamo dunque ben lieti di proseguire un servizio che è unico nel sud a giovani che hanno deciso di vivere dalla parte giusta».