Approda a Milano il tour itinerante di "Genti di Calabria"

E' approdato a Milano il tour itinerante di "Genti di Calabria", il progetto editoriale multimediale di Pino Bertelli e Francesco Mazza, realizzato con l'associazione culturale Suoni e Luci, che comprende una pubblicazione di circa duecento foto, una mostra itinerante di cinquanta stampe in esposizione in Italia ed all'estero e un docufilm "I colori del cielo", con interviste e contenuti extra. Presenti all'evento, che segue l'esordio tedesco di Colonia, oltre Bertelli e Mazza, autori del lavoro fotografico e video, c'erano anche Pasquale Addisi, presidente dell'associazione Gaudium che ha ospitato l'evento, il giornalista Gianfranco Marino e Maurizio Rebuzzini docente di Storia della Fotografia all'Università. "Genti di Calabria è un lavoro complesso, una vera rivoluzione culturale - è stato spiegato - attraverso cui si intende presentare la Calabria non più attraverso le immagini dei luoghi ma attraverso le voci ed i volti della sua gente. La Calabria ed il Mondo visti con gli occhi dei calabresi, un atlante umano universale di questa terra che attraverso i volti parla del sud di casa nostra e dei tanti sud del mondo. Tutto questo e certamente anche molto di più è 'Genti di Calabria', un'iniziativa dedicata ai volti ed alle voci di una terra che avverte forte la necessità di raccontarsi in modo libero e spontaneo, lontana dai luoghi comuni".

"Nella nostra fotografia di strada - ha sostenuto Bertelli - vorremmo cogliere lo straordinario nell'ordinario, non c'interessano i personaggi ma le persone e non importa a quale livello sociale appartengano, ciascuno è stato fotografato fuori dalla cronaca del reportage e del ritratto sociologico". "In questo nostro lavoro - ha aggiunto Mazza - Bertelli ha fotografato senza alcun pregiudizio i calabresi, è nella sua natura, ed ecco allora uno spaccato inedito... (nella fotografia e nel cinema) i calabresi appaiono persone normali... ma non perché gli è stato chiesto di fingere, al contrario, perché non gli è stato imposto nulla"