Wanda Ferro (FdI): "Stabilimenti balneari fuori da direttiva Bolkestein"

"Fratelli d'Italia sta conducendo una forte battaglia affinché le spiagge vengano escluse dalla direttiva Bolkestein, in modo che gli stabilimenti balneari già esistenti non debbano essere mandati all'evidenza pubblica". È quanto afferma il consigliere regionale Wanda Ferro, candidata alla Camera per Fratelli d'Italia.

"Il nostro obiettivo - prosegue Wanda Ferro - è quello di garantire la continuità di impresa per tutti gli operatori balneari che in Calabria hanno resistito con caparbietà e passione per il proprio lavoro non solo alla crisi economica, ma anche alle difficoltà legate alla depurazione e allo stato dei collegamenti che rendono sempre più difficile e costoso per i turisti raggiungere la nostra regione. Nel Parlamento italiano Fratelli d'Italia continuerà a difendere dagli appetiti delle multinazionali del turismo questo settore storico della nostra economia, fondato soprattutto sulle piccole imprese di carattere familiare, in vista dell'entrata in vigore della direttiva europea in Italia prevista nel 2020".

"L'Italia - conclude Wanda Ferro - deve difendere con orgoglio le proprie identità e i propri comparti produttivi dai provvedimenti adottati dall'Unione europea che ledono in maniera ingiustificata gli interessi nazionali. Per questo abbiamo proposto di inserire in Costituzione una 'clausola di sovranità' sul modello tedesco, che consente di far prevalere le norme nazionali sulle direttive europee quando queste contrastano con gli interessi del nostro Paese".