Ferraro (Fials) esprime sconcerto e preoccupazione per la firma della preintesa del Contratto Nazionale Sanità

Il Segretario Generale della FIALS Calabria Dott. Bruno Ferraro esprime sconcerto e preoccupazione per la firma della preintesa del Contratto Nazionale Sanità .
In particolare la FIALS ritiene oltremodo penalizzante un CCNL che dopo 10 anni di vacanza contrattuale dà un netto in busta paga di soli 30 euro per il triennio 2016/2018.
"Inoltre - ha dichiarato il Segretario - il Contratto contiene norme penalizzanti per i lavoratori quali la deroga al riposo minimo e la cristallizzazione dei fondi contrattuali.
Insomma, un contratto a perdere sottoscritto in pompa magna da CGIL – CISL – UIL e FSI che ancora una volta dimostra l'assoluta incapacità della triplice sindacale di dare risposte ai lavoratori".
Ben oltre secondo Bruno Ferraro della FIALS erano e sono le aspettative dei lavoratori della Sanità.

"Un adeguamento contrattuale che recuperi almeno in parte il potere d'acquisto dei salari, lo sblocco dei fondi contrattuali che, se non attuato, rischia di non poter erogare, le competenze accessorie ferme nel loro importo da 24 anni, la definizione dei percorsi professionali che esaltino le competenze specialistiche di categorie nel tempo discriminate quali gli infermieri.
Tutto questo in una cornice contrattuale seria e coerente che esalti il ruolo degli operatori sanitari e rimetta al centro dell'impegno la salute del cittadino".
quanto auspico è che ad Aprile 2018 nelle votazioni per le elezioni delle RSU i lavoratori del Comparto Sanità sapranno punire CGIL – CISL e UIL premiando la FIALS che non ha firmato questa ennesima beffa contro i lavoratori.
La FIALS sta pianificando manifestazioni di protesta a livello nazionale mobilitando i propri uomini e le proprie strutture.
La dignità dei lavoratori non si compra con 30 euro al mese".