Agorà
 

Musica Sottolio XIV edizione: il 17 agosto a Taurianova torna il Festival più unto d’Italia

Musica Sottolio ritorna anche quest'anno e si pone sempre più prepotentemente come il "festival più unto della storia dei festival".

Appuntamento fisso oramai da 14 anni, Ideato e organizzato dall'Associazione Multiculturale Mammalucco e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio della regione Calabria, Comune di Taurianova e Consulta delle Associazioni, si svolgerà sabato 17 agosto, dalle ore 22.00, nella particolare cornice del Ex-mercato del Pesce di Taurianova.

Ma perché "sott'olio"? Perché certa musica, come le cose più buone, va conservata e soprattutto preservata. Specie dalla normalità a cui abbiamo fatto il callo: musica da intrattenimento, musica per ballare, con buona pace della qualità e della capacità di proporre novità, più o meno coraggiose.

Musica Sottolio si pone invece in senso ostinato e contrario a questa consuetudine, portando in piazza ad agosto, musica d'avanguardia, sperimentale e molto spesso addirittura strumentale, quindi senza voci, che richiama la presenza di moltissimi appassionati che si spingono in quel di Taurianova da tutta la Calabria, pronti a vivere un'esperienza di musica dal vivo forte, intensa e rara.

Il palco più unto d'Italia sarà quest'anno popolato con la musica dei GROG, un duo reggino che si muove coraggiosamente tra math-rock, noise e rappresenta la classica scelta degli organizzatori di dare spazio a band calabresi/siciliane che più osano. Musica Sottolio è il loro premio, per così dire, o meglio l'occasione per condividere il palco con progetti più affermati. ARTO è il nuovo monolitico progetto messo in piedi da chi già frequenta nomi come CALIBRO 35, RONIN, ZEUS!, IOSONOUNCANE e SETTLEFISH. Ambientazioni cupe, paesaggi spettrali e derive post-metal: colonne sonore per l'oscurità si potrebbe dire. Il loro esordio "Fantasma" è stato una boccata d'ossigeno per la scena "altra" italiana da esportazione. Saliranno sul palco del festival freschi del loro tour di supporto ai DAUGHTERS in Russia, Inghilterra, Germania e Olanda. Insomma, è l'Europa che ce li chiede. TOLMO invece è un ensamble italo-svizzero di base a Lugano, vecchie care conoscenze del festival (dalle parti di MOMBU, NEO e SURGICAL BEAT BROS). Un progetto figlio di influenze e fascinazioni della cultura africana: jazz-core in salsa tribale, trance ritmiche e strutture elastiche in cui trovano campo libero l'improvvisazione e l'elettronica, e rappresenta un po' quella che è la vera natura di Musica Sottolio: sperimentazione e fusione di culture e influenze differenti. Un melting pot in olio extravergine d'oliva.

Il tutto firmato dall'Associazione Mammalucco, guidata dal presidente Filippo Andreacchio. L'artwork di questa edizione è stato affidato a Riccardo Forte, talentuoso illustratore e creativo.